fbpx
Top

Venice Open Stage e pandemia: nasce la rassegna KmZero

 

Il mondo dello spettacolo dal vivo è stato uno dei settori più colpiti dall’epidemia di Covid-19. La diffusione del  virus ha chiuso cinema e teatri, bloccato i concerti e congelato per oltre un anno tutte le attività performative. Nell’estate del 2020, la fase discendente della curva pandemica ha permesso una blanda ripresa degli eventi e di organizzare in extremis l’ottava edizione del VOS, dal titolo “8 venti”.

Tutta l’organizzazione era consapevole delle difficoltà, fino a poche settimane dall’inizio dell’evento non si sapeva quali sarebbero state le disposizioni sanitarie in merito allo spettacolo dal vivo. Le accademie di recitazione erano ferme, come tutte le università e le attività di formazione, da mesi, le compagnie non potevano venire a Venezia dall’estero e le normative per la sicurezza della messa in scena rimanevano proibitive. C’era però bisogno, in laguna come ovunque, di un evento che mostrasse la capacità del settore spettacolo da vivo di reagire, in un anno in cui festival più conosciuti, come la Biennale Teatro, avevano prima posticipato e poi sospeso la programmazione.

È nata nel 2020 KmZero, una rassegna di compagnie teatrali provenienti dal territorio regionale, che hanno animato campazzo San Sebastiano nella seconda metà di luglio e riportato in città il teatro all’aperto. La direzione artistica del Venice Open Stage ha deciso ha deciso di mantenere parte di questa rassegna anche per il 2021, nella speranza di poter vedere le compagnie professioniste del territorio in cartellone insieme alle accademie internazionali e alle formazioni della sezione OFF.

David Angeli

s
Welcome to Booth.

Tincidunt id aliquet risus feugiat, inante metus dictum at tempor usis nans.

d